Opera Mia …. o “sua” (il vino degli amici)

Opera (il vino degli amici)

Taurasi DOCG

2005

13%

Vino da decantare.

DA DISCIPLINARE 2 anni di botte 3 anni totali di invecchiamento.

Terreni argillosi calcarei.

Occhio: Vivace, tonalità matte ma trasparenza.

Naso : fruttato di frutti rossi amarena e prugna sottobosco selvatico, spezie.

Bocca: Acidità tannino ed alcool ben equilibrati

Il resto lo trovate sulla scheda aziendale.

Questo il collegamento al vino sul sito della produttrice:

http://www.tenutapepe.it/new-site/opera-mia-taurasi-docg/

Vino emozionale se abbinato a carni e formaggi stagionati, la bottiglia mi è stata regalata direttamente dalla produttrice Milena Pepe e se non ricordo male è quella della prima annata in produzione con lei completamente alla guida aziendale. Plurilaureata con una miriade di master enologici in terra transalpina. Ricordo più volte ha spiegato che questo vino porta il nome di Opera in etichetta ma effettivamente chiamasi Opera Mia, perché, come dicevo, un Taurasi rispettoso del disciplinare nato con Milena alla guida aziendale e fortemente studiato e voluto da lei nel rispetto del territorio con tecniche acquisite durante i suoi studi in Francia.

In cantina coadiuvata oggi da un’altra mia vecchia conoscenza l’enologo Gennaro Reale.

Con lei personalmente ho intrapreso parecchie scorribande enoiche, visite sempre con la sua amichevole e proverbiale accoglienza, tanti calici di stelle in agosto dove ci siamo divertiti ad abbinare i suoi vini al Sigaro Toscano (r) in particolare questo splendido Opera “sua”.

Milena è uno dei personaggi che fa bene al vino campano, la tradisce solo il suo simpaticissimo accento francese al quale molte volte giocosamente abbiamo abbinato i nostri detti arcaici.

Ottima Talent Scout enologica!

Prosit Milena

Salvatore

13/8/2018

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Gaetano ha detto:

    Ciao Salvatore, siamo stati da Milena per calici di stelle venerdì scorso. Abbiamo assaggiato i suoi vini ed ho particolarmente apprezzato il Fiano Brancato 2016. Abbiamo anche degustato il Taurasi Opera mia 2012. É sicuramente un bel vino, equilibrato, con tannini ben levigata ed un bel bouquet di profumi. Ma l’invadenza del legno è ben presente, ed a me questo non piace, oltre ai 14,5 gradi di alcool che non ti invitano a proseguire la beva. Su questo non ti sei espresso, mi piacerebbe leggere il tuo parere. Gaetano

    Mi piace

    1. slandolfo ha detto:

      Ho visto le foto e sapevo che c’eravate stati con vostro figlio. La mia degustazione è dell’annata 2005 come si può leggere dal mio post ed in quest’annata non ho trovato l’invadenza del legno che tu hai riscontrato nel millesimo 2012 ed i gradi alcolici addirittura 13 rispetto ai 14,5 dei quali parli tu dell’annata 2012. Comunque ho qualche altro millesimo e potremmo divertirci insieme a degustarlo per trarre le giuste impressioni, ma facciamolo in inverno questi sono vini del tutto invernali secondo me. Che ne pensi?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...